Via dalla Pazza Folla - Thomas Hardy

Eccomi qui, in ritardo come al solito, con la mia recensione settimanale (anche se ormai dovrei chiamarla recensione casuale)! Oggi vi parlo di un grande classico che ho letto da poco e che mi ha davvero colpita: Via dalla Pazza Folla di Thomas Hardy. L'ho letto dietro consiglio di un'amica: mai stata più felice di averlo seguito :)

Di seguito vi propongo l'edizione della Bur, perché, sempre secondo la mia amica, è quella con la traduzione migliore! Io invece ho letto quella della Garzanti, prendendo in prestito il libro dalla biblioteca.



Titolo Via dalla pazza folla
Autore Thomas Hardy
Genere Romanzo
Pagine 488
Data prima pubblicazione 1874 - Inghilterra; 1955 - Italia
Editore Bur
Prezzo 14€ (edizione cartacea); 1,05€ (edizione ebook)






L'autore
Poeta e scrittore britannico, Hardy nasce il 2 Giugno 1840 e muore l'11 Giugno 1928. Al centro della sua opera vi sono la celebrazione della Natura, come indipendente e soverchiante rispetto all'uomo, e la descrizione dell'essenza umana in parenne contrastato tra ciò che vorrebbe e ciò che ottiene. Il suo stile narrativo è ritenuto innovativo e anticipatorio del linguaggio cinematografico, in quanto sono presenti un narratore onnisciente che guida il lettore e un'effettiva visualizzazione degli eventi: le vicende sono collocate in spazi tangibili e ben ricostruiti, con particolare focus sui paesaggi.

Trama
Il libro è una storia d'amore che fino alla fine non sembra tale. Batsheba Everdene è l'eroina: spigliata, indipendente, inequivocabimente moderna, frivola. Gabriel Oak è un uomo coscienzioso, riflessivo, responsabile. Dedito alla sua vita da contandino, ingenuamente si innamora di Batsheba e della sua irruenza. Le chiede di sposarla, ma lei rifiuta, nonostante la vantaggiosa posizione economica di Oak. Pochi mesi dopo Oak perde tutto e si ritrova a lavorare per Batsheba, che ha ereditato una fattoria dallo zio. Grazie alle sue capacità, Oak si garantisce fin da subito un ruolo di comando all'interno della fattoria, nonostante i trascorsi con Batsheba. Lentamente e inconsapevolmente tra i due si instaura una profonda amicizia. Il contesto presentato è quello di campagna, semplice negli eventi, ma complesso nelle relazioni. Hardy ci presenta un coloratissimo e variegato affresco di personaggi e un intreccio di eventi lineare e affascinante. Ha una grandissima capacità di descrizione dei peasaggi (il libro è arricchito da splendidi tramonti, da distese di erba e angoli di arbusti) e di caratterizzazione dei personaggi, come Liddy, l'ingenua, ma con un grande senso pratico, domestica di Batsheba o Caino Ball, giovane e semplice apprendista di campagna che vive la vita con calma e serenità. Personaggi semplici e accattivanti, accostati a una turbolenta Batsheba, che, nella sua frivolezza, manda un messaggio d'amore al vicino fittavolo Boldwood, uomo altero e distaccato. Batsheba si ritrova, a suo discapito, coinvolta in un vortice da amore, tra lo schivo e sincero Oak, il galanate e disperato Boldwood e l'attraente sergente Troy. Batsheba farà delle scelte, scelte che la porteranno dove non avrebbe voluto essere. Scelte che la faranno crescere, inevitabilmente. Scelte che la muteranno nel profondo e che riserveranno al lettore un finale dolce e auspicato, dopo il burrascono e incalzante viaggio che Hardy ci permette di compiere.
L'intero romanzo permette al lettore di consocere in profondità la vita di campagna dell'Inghilterra dell'800, di affezionarsi ai personaggi e ai paesaggi e di soprendersi delle trame riportate e delle scelte dei protagonisti.

Curiosità
Di questa opera esistono tre versioni cinematografiche: il film muto del 1915 diretto da Laurence Trimble; quello del 1967 diretto da John Schlesinger; e l'ultimo, del 2015, diretto da Thomas Vinterberg.

Conisgliato
A tutti coloro che cercano un romanzo d'amore in cui l'amore sia l'ultima cosa che colpisca! C'è così tanto da scoprire e ammirare in Hardy.

Stagione in cui leggerlo
Autunno e inverno, perché la natura in quei momenti è più burrascosa, così da seguire lo spirito dell'autore.

Voto
5/5

Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ho amato moltissimo questo libro e devo dire che anche il film non è male! Adoro il personaggio di Gabriel Oak, come dice il nome stesso, è una quercia! Non si piega alle intemperie e rimane un appiglio saldo nelle difficoltà. Con la sua calma e bontà riesce ad avere una visione corretta della realtà che gli permette di rimanere fedele a sé stesso! La tua amica.... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco l'amica portatrice del consiglio che si è rivelata :D anche io ho amato moltissimo Gabriel Oak, per il suo essere sempre presente e per la capacità di prendersi cura delle cose che ama :) anche Batsheba mi piace molto! All'inizio mi esasperava la sua superficialità, ma ha avuto un'evoluzione che me l'ha fatta apprezzare molto!

      Elimina
    2. Come dice l'impiegato che sta al passaggio doganale, è vanitosa e questo le porta tutti i guai...per sua fortuna, riesce a imparare la lezione e crescere! Altrimenti non sarei proprio riuscita a sopportarla!

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Penso proprio che lo leggerò, anche perché sono piuttosto incuriosita dalla campagna inglese del 1800, visto i numerosi autori che l'hanno rappresentata: credo fosse un mondo apparentemente semplice ma in realtà dinamico e in piena trasformazione. Con una trama che sembra molto avvincente poi mi ispira proprio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo appena puoi, ti fa innamorare dei peasaggi *-* li descrive in un modo che davvero sembra di essere lì!!! Acquista subito l'ebook Ambry <3

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. I paesaggi come le stelle te ne faranno innamorare! Il titolo è ironico, in quanto si penserebbe che bisogna scappare dalla folla della città per trovare un po' di quiete, invece leggendo il libro si scoprirà come anche la vita in campagna sia movimentata! Guarda anche il film dove sono mostrati paesaggi stupendi!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere