Recensione Setti *ehm* Casuale: Jurassic Park di Michael Crichton

Salve lettori :)

Oggi sono qui a parlarvi di un libro finito la settimana scorsa e che ho davvero amato: Jurassic Park. Non ho mai visto i film perché da piccola mi facevano paura (eh sì, ero una fifona), quindi l'ho letto aspettandomi solo dei dinosauri in un parco e ho scoperto che è molto altro! Passiamo subito alla recensione.

ATTENZIONE: nella trama sono presenti SPOILER!




Titolo Jurassic Park
Autore Michael Crichton
Genere Fantascienza
Pagine 479
Editore Garzanti libri
Prezzo 9.90€ (edizione cartacea) - 6.99€ (edizione ebook)






L'autore
Crichton nasce il 23 Ottobre 1942 a Chicago e muore il 4 Novembre 2008, a Los Angeles. Nel 1964 si diploma alla Harvard University e nel 1969 si laurea in Medicina e Chirurgia presso la Harvard Medical School. In questi anni scrive alcuni racconti con gli pseudonimi John Lange e Jeffrey Hudson. A 25 anni gli viene diagnosticata una sclerosi multipla rivelatasi poi benigna. Abbandona la carriera medica e grazie ai guadagni del suo primo romanzo, Andromeda, riesce a viaggiare e a visitare numerosi posti che faranno da sfondo ai successivi romanzi. Nel 1990 pubblica Jurassic Park, di cui Spielberg aveva acquistato i diritti cinematrografici già nel 1989, quando i due discutevano la sceneggiatura di E.R - Medici in prima lineaMichael Crichton si è sposato cinque volte e ha divorziato quattro volte; dalla quarta moglie ebbe una figlia.
Il 4 novembre 2008 a 66 anni Crichton è morto dopo aver lungamente combattuto la battaglia contro un tumore. Al momento della morte Crichton stava lavorando alla sceneggiatura del terzo episodio della serie Jurassic Park, oltre ad aver in programma la sceneggiatura del film Westworld e dei romanzi L'isola dei pirati, completato pochi giorni prima di morire, e Micro (composto da Crichton solo per un terzo e quindi portato a completamento da Richard Preston).

Trama
La storia in sé è piuttosto famosa, grazie al film di successo realizzato da Steven Spielberg.
Il libro si apre narrando strani avvistamenti in Costa Rica, dove si registrano numerosi attacchi violenti a esseri umani da parte di animali non identificati. Cosa sta succedendo a Isla Nublar, l'isola sempre avvolta dalla nebbia, acquistata anni addietro dall'eccentrico Hammond? La risposta arriva a Grant, famoso e appassionato paleontologo. Un giorno, durante una sua giornata di scavi, giunge un uomo che lo interpella sul suo passato con Hammond e sul perché quest'uomo abbia finanziato le sue ricerche sui dinosauri: vuole capire cosa sta combinando Hammond. In più, il giorno stesso, a Grant e alla sua assistente Ellie viene inviata una foto dei resti di uno strano animale che è stato reperito proprio in Costa Rica. Sempre quello stesso giorno Hammond lo chiama e lo invita sulla sua isola per vedere quello che è riuscito a realizzare in anni di ricerca di folle ingegneria genetica.
Grant ed Ellie finalmente arrivano su quest'isola dove sono stati invitati anche Gennaro, avvocato e finanziatore di Hammond, Malcolm, brillante matematico esperto della teoria del caos e Tim e Lex, i nipotini di Hammond.
Giunti sull'isola comprendono che quello che ha realizzato Hammond non ha precedenti: Jurassic Park è un parco a tema, le cui attrazioni sono dinosauri veri.
Grazie alle ricerche del dottor Wu sull'ingegneria genetica i dinosauri hanno preso vita, così com'erano prima dell'estinzione. Inizialmente il gruppo dei visitatori viene guidato attraverso i vari laboratori e le sale di controllo, dove viene spiegato loro l'effettivo funzionamento del parco e quanto questo sia sicuro. Il tutto è continuamente criticato dal dottor Malcolm, il quale afferma con lungimiranza come non sia possibile controllare la natura, per quanto essa sia stata ricreata in laboratorio e che quindi il parco è destinato al collasso e a una fine tragica.
Successivamente il gruppetto composto da Grant, Ellie, Gennaro, Malcolm, Tim e Lex, prosegue nella vera visita del parco, su due macchine elettriche guidate da un sistema a distanza. Purtroppo però, a causa di un forte temporale e del disastroso tentativo dell'informatico Nedry di vendere alcuni degli embrioni di dinosauri presenti sull'isola, la situazione degenera: la corrente va via e non viene ripristinata e quindi le recinzioni a scariche elettriche dei dinosauri sono disattivate. In più si scopre che sull'isola sono presenti molti più dinosauri del previsto.
Grant, Tim e Lex, rimasti isolati dal gruppo, dovranno affrontare l'attacco dei T-Rex e dei velociraptor, i dinosauri rispettivamente più feroci e più intelligenti. Dovranno fare i conti con una natura selvaggia di cui non avevano idea e sfuggire a predatori di cui non sanno nulla.
Il resto del gruppo invece riesce a tornare alla sala di controllo, dove verranno brutalmente attaccati dai velociraptor.

Cosa ne penso
Jurassic Park è un bellissimo romanzo di fantascienza con un tocco di atmosfere thriller, dalla trama complessa e riuscita, personaggi vari e ben caratterizzati e un'esaustiva e piuttosto originale giustificazione scientifica delle vicende. La lettura mi ha appassionata molto, non riuscivo a smettere di leggerlo! Ci si affeziona ad alcuni personaggi, come Grant, se ne disprezzano altri, come Nedry o il saccente, seppur visionario, Malcolm. Non mancano scene cruenti e macabre che contribuiscono a rendere l'universo dei dinosauri preistorico, selvaggio e che permettono di riflettere su una fase della storia naturale della terra che l'uomo non ha avuto modo di conoscere.
Lo stile è leggero, mai pomposo, e le spiegazioni (pseudo) scientifiche sono ben amalgamate nelle vicende, cosicché non vi sono mai punti morti nello svolgersi delle vicende.
L'unica nota negativa è che tutto il romanzo è pervaso da un anti-scientismo che si traduce nella teoria del caos esposta più volte da Malcolm, portatore delle idee dello stesso Crichton. Anti-scientismo giustificato dagli anni in cui è stato scritto il romanzo e cioè gli anni '90. In questi anni si inizia a parlare della mappatura del genoma umano e dei primi animali clonati, tutte scoperte che avevano lasciato intravedere un futuro in cui fosse facile manipolare ciò che la natura crea. Si è poi scoperto che la manipolazione non è così immediata, come l'ottimismo tipico della scienza aveva portato a credere. Crichton critica questo ottimismo, tenendo in primo piano l'etica scientifica.

Consigliato
A tutti coloro che vorrebbero sapere com'era la vita dei dinosauri, che amano i thriller e le scene da fiato sospeso e gli arti strappati, con un pizzico di fantascienza.

Stagione in cui leggerlo
Estate, per lo stile frizzante e le atmosfere primordiali.

Voto
4/5

Commenti

  1. Non mi perderò ancora in lodi su questo romanzo, piuttosto ti consiglio anche il seguito e tutti i libri di Crichton! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dovrebbe arrivare Andromeda a breve, grazie a bookmooch *-*

      Elimina
    2. Mi è piaciuto tanto Andromeda *_*

      Elimina
  2. Per me non è così tanto "fanta"scienza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me sì :) per esempio, ora che hanno mappato il genoma umano hanno scoperto che mancano mille altre cose per intervenire a livello genetico XD infatti tutto l'entusiasmo degli anni '90 per la biologia si è ridimensionato :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere