Pillole Cinematografiche: Blue Jay


Guardando la serie tv American Horror Story mi sono imbattuta in un'attrice che ad oggi è una delle mie preferite: Sarah Paulson.
Neo vincitrice di Emmy, Golden Globes, SAG Award, per il ruolo di Marcia Clark nella serie tv American Crime Story : People vs. O.J. Simpson diretta sempre da Ryan Murphy (AHS, Mangia Prega Ama), credo che sia stata finalmente premiata per il suo talento, anche se penso che dovrebbe dedicarsi di più ai film sul grande schermo. 
Nel 2016 è stata protagonista di Blue Jay scritto da Mark Duplass. Vediamolo.


Titolo originale: Blue Jay
Regia: Alex Lehmann
Anno: 2016
Durata: 80 minuti
Genere: romantico, drammatico
Sceneggiatura: Mark Duplass
Cast: Mark Duplass, Sarah Paulson
Fotografia: Alex Lehmann
Trailer (inglese) : Blue Jay (Youtube)






Trama

Jim Henderson (Mark Duplass) ritorna nella sua città Natale per rinnovare e vendere la casa della madre. Mentre è al supermercato incontra Amanda (Sarah Paulson) la sua fidanzata del liceo.
I  due, imbarazzati, scambiano un paio di parole prima di salutarsi e ritornare a fare la spesa. Si incontrano di nuovo nel parcheggio del supermarket e Jim chiede ad Amanda di andare a bere qualcosa insieme. Davanti ad una tazza di caffè orribile, parlano un po' delle loro vite: Jim lavora con lo zio mentre Amanda si è sposata. Uscendo dalla caffetteria passano in un negozio dove il vecchio padrone li riconosce, convinto che quella coppia di liceali si fosse mantenuta nel tempo.
Amanda e Jim, comprate birre e caramelle, decidono di passare un po' di tempo insieme e vanno a casa della madre di Jim, dove ricordano i bei tempi e i pomeriggi passati a registrare piccole scenette immaginando il futuro. L'atmosfera felice si rompe quando torna a galla un evento del passato, ricordando ad entrambi le scelte che hanno dovuto fare e che li aveva portati a lasciarsi


Vi dirò... 
Sarah Paulson è apparsa nel 2015 per una piccola parte nell'ultimo film di Todd Haynes, Carol, poi l'abbiamo vista in 12 Anni Schiavo dove interpretava la crudele padrona della tenuta dove ha lavorato il protagonista e in Abbasso l'amore vicina a Renée Zellweger ed Ewan McGregor. Sono tre film completamente differenti tra loro e questa attrice non dimostra problemi nell'entrare nei panni di un personaggio scherzoso piuttosto che di uno drammatico, per questo dovrebbe sfruttare di più le sue doti recitative in film sul grande schermo.

In Blue Jay, Paulson e Duplass hanno instaurato un'armonia coinvolgente, la chimica che è scattata tra di loro porta nel vivo del film, nel sentire le emozioni e le sensazioni che stanno provando

La scelta del bianco e nero conferisce alla storia un ulteriore tocco di malinconia e di nostalgia, si sente che i due stanno rivivendo nei ricordi, in momenti andati che non potranno più tornare. Il tutto ha la durata di un solo giorno, ma quasi non si sente il tempo che sta scorrendo. "Quanto è passato? Un'ora? Una notte? Una vita?" sono le domande che ad un certo punto potrebbero sorgere.

L'unica parte che poteva essere gestita meglio, a mio avviso, è la parte finale che, però, si mantiene in linea con tutta la struttura del film.

Il film lo trovate in streaming con i sottotitoli in italiano e su Netflix.

Voto: 3/5 
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere