Sono il Numero Quattro - Pittacus Lore



Titolo Sono il Numero Quattro

Autore Pittacus Lore
Genere Fantascienza/ romanzo per ragazzi
Pagine 383 (per l'edizione Tea)
Data prima pubblicazione 2010 - USA, 2011 - Italia
Editore Nord, Tea
Prezzo 9.00€ (per l'edizione Tea)








L'autore
Di Pittacus Lore non si sa molto, se non che è il capo degli Antenati, gli anziani che governavano il pianeta Lorien prima della sua distruzione. È arrivato sulla Terra 12 anni fa e, da allora, si prepara per la guerra che deciderà il destino dei Nove e, con loro, quello dell'intera umanità.

Trama

Numero Quattro è un 15enne proveniente dal pianeta Lorien. Da piccolo, insieme ad altri 8 bambini e realitivi Cepan (una specie di mentore personale), è dovuto fuggire dal suo pianeta d'origine perché sotto attacco da parte della crudele razza del pianeta Mogadore. I nove bambini Loric e i loro Cepan si sono rifugiati sulla Terra e sono stati sottoposti a un incantesimo per sfuggire ai loro aguzzini: i nove possono essere uccisi solo nell'ordine prestabilito e ogni volta che uno muore una cicatrice a forma di cerchio appare sulla caviglia di coloro ancora vivi. La storia inizia quando sulla caviglia di Quattro appare la terza cicatrice. Sa di essere il prossimo e che i Mogadorian lo stanno cercando, per ucciderlo. A lui e Henri (il suo Cepan), non rimane che scappare, dalla Florida in Ohio, per crearsi una nuova identità. E così Quattro diventa John Smith e arriva a Paradise. 

Qui John riesce per la prima volta, dopo anni di fuga, a integrarsi. Al liceo riesce a farsi degli amici, Sarah e Sam, ma anche dei nemici, Mark (l'ex di Sarah). Sarah è bella, affascinante, amante della fotografia. Sam è allampanato e in fissa con gli alieni. Mark è il figo della scuola, capitano della squadra di football. John riesce sempre a sopportare le angherie di quest'ultimo, nonostante il fatto di essere molto più forte e più veloce lo invogli a dare una lezione, una volta per tutte, al bulletto. Ma è responsabile, sa che non deve esporsi. Se qualcosa di strano, qualche diceria, inizia ad aleggiare intorno a lui, sarà costretto a scappare con Henri. Di nuovo! E non vuole, perché è innamorato di Sarah e per la prima volta in vita sua si sente una persona normale. Nonostante tutti i suoi sforzi di essere normale, comunque non ci riesce: c'è uno strano beagle che è diventato ormai il suo fedele compagno. Non si sa da dove sia arrivato e a volte sembra avere il potere di teletrasportarsi. Bernie Kosar è tutto, fuorché un cane ordinario. E poi ci sono le eredità, superpoteri che John è destinato a sviluppare, come la resistenza al fuoco e la telecinesi, che non sono certo molto comuni tra i terrestri.

Tutto sembra andare per il meglio, al di là di qualche scaramuccia con Mark. Ma poi iniziano a girare strane voci. Per esempio John scopre su una rivista da quattro soldi sugli alieni, di Sam, che i Mogadorian sembrerebbero nelle vicinanze di Paradise. Henri e John decidono di verificare e lì la situazione precipita.

In un turbine di vicende soprannaturali John, ovvero numero Quattro, sarà costretto ad affrontare i suoi più acerrimi nemici, per salvare i suoi amicivendicare la sua razza e anche difendere il pianeta Terra.

Il libro è davvero piacevole in tutte le sue parti, anche se all'inizio un po' lento. I personaggi sono ben caratterizzati, anche Sarah, nonostante sia un po' statica come figura. Le vicende sono lineari, ma non mancherà qualche piccolo colpo di scena, specialemente verso la fine. 

Sono il Numero Quattro è il primo della serie Lorien Legacies ed è seguito da: Il Potere del Numero Sei, La Vendetta del Numero Nove e La Sfida del Numero Cinque.

Curiosità
Pittacus Lore è lo pseudonimo utilizzato da James Frey (autore di In un milione di piccoli pezzi e della saga di Endgame) e Jobie Huges per scrivere a quattro mani questa saga.

Consigliato
A tutti coloro che sanno che gli alieni sono tra noi da anni! :)

Stagione in cui leggerlo

Inverno, per rispecchiare le ambientazioni del libro.

Voto


Commenti

  1. Ciao :)
    Sono la ragazza a cui hai commentato la foto di questo libro su instagram poco fa, guardando il tuo profilo ho visto che hai un blog anche tu quindi sono passata e mi sono iscritta :)
    Ti lascio in link del mio se ti va di dare un'occhiata: http://letteredinchiostro.blogspot.it/

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere