Un libro e una tazza di tè: L'incastro (Im)perfetto


Titolo: L'incastro (im)perfetto
Autore: Colleen Hoover
Pagine: 326 pagine
Prezzo cartaceo: 12,90 €
Prezzo ebook: 1,99 € (su Amazon)
Casa Editrice: Leggereditore



Ogni tanto ho bisogno di fuggire dalla realtà e di immergermi in una storia d’amore e di vita. Questo romanzo è la soluzione al mio frequente bisogno di vivere i “miei libri”.
Premetto di non aver letto altri libri dell’autrice ma “L’incastro (im)perfetto” mi è piaciuto davvero molto.

- Le sue labbra contro le mie sono… il mondo –

Tate, studentessa universitaria, decide di trasferirsi per un periodo nell'appartamento del fratello prima di riuscire a trovarne uno proprio. Sicuramente la giovane, al suo arrivo, non avrebbe mai creduto di incontrare un uomo nell'ascensore pronto a flirtare con lei, pur essendo sposato, o di trovare un ragazzo ubriaco, Miles, addormentato di fronte alla porta dell’appartamento del fratello.
Sembra proprio che le cose siano iniziate male in questa sua nuova avventura. Eppure il destino, forse, le vuole riservare qualcosa di diverso.
Dopo il loro primo incontro/scontro, Tate e Miles vivono un rapporto particolare e difficile. Dialoghi fatti di sguardi più che di parole, situazioni di disagio dovute a silenzi imbarazzanti caratterizzano ogni loro nuovo incontro, eppure nasce un feeling tra i due che porta tutte le lettrici a sognare e immaginare quello che potrebbe succedere in seguito.
Tuttavia, la strada per Tate non è tutta in discesa: un fantasma del passato di Miles sembra bloccare la capacità di aprirsi agli altri del ragazzo.
Rachel, quel nome pronunciato con dolore la prima sera quando Tate aveva tentato di stenderlo sul divano perché troppo ubriaco.
Rachel, un nome che nasconde una storia dolorosa, da scoprire ma che non vuole essere raccontata.
Cosa sarà successo di così grave da impedire a Miles di provare ancora amore? Riusciranno i due protagonisti a vivere la loro favola e superare tutte le difficoltà?

-  è l’amore in generale che non voglio, Tate. Mai più. Mentre sei tu in particolare che… voglio –

La trama ad alcuni potrebbe sembrare banale, ma credo che abbia un qualcosa in più al suo interno: mentre sfogliavo e divoravo le pagine mi sono immedesimata nei personaggi e ho vissuto le loro stesse emozioni.
La struttura del libro è interessante perché si ha fin da subito una doppia narrazione, Tate-Miles, che permette al lettore di avere delle informazioni in più rispetto alla protagonista permettendo di comprendere le contrapposte ragioni dei due e di avere un quadro più completo dei pensieri e dell’evolversi della loro storia d’amore.
Inoltre, l’autrice, con un colpo d’astuzia, dà qualche informazione ma rimane sempre reticente per mantenere il lettore fisso alle pagine. Lo stile, scorrevole e semplice, contribuisce a questo amore verso il libro. È difficile staccarsi dalle pagine.
Sebbene i due protagonisti vivano una storia prettamente fisica per quasi tutto il libro, non si cade mai su quel genere che ultimamente fa molta tendenza ma che io non riesco ad apprezzare, ovvero quei romanzi erotici che purtroppo popolano sempre di più le librerie. È proprio in questo l’abilità di Colleen Hoover, il saper sfatare le previsioni del lettore.
Credo che il sentimentalismo sia molto presente poiché mi sono ritrovata a singhiozzare in preda a mille emozioni. È un libro che consiglio soprattutto a chi, come me, vive in modo amplificato le emozioni e non ha timore a lasciarsi trasportare.

-Un pezzetto alla volta, magari, ma il mio passato ora è tuo. Tutto. Voglio raccontarti qualsiasi cosa tu voglia sapere. Ma solo se prometti che potrò avere anche il tuo futuro-

Stagione in cui è consigliata la lettura
Secondo me la stagione giusta per leggerlo è l’estate perché è molto leggero ed è senza preteste. Una lettura che sotto l’ombrellone non guasta. Tuttavia mi sento di dire che anche con il freddo non è da disprezzare perché riporta un po’ di calore dentro, scacciando il gelo che la stagione rischia di far entrare. 

-  La sua bocca si incastra alla mia come due pezzi dello stesso puzzle –

Voto:
 





Commenti

  1. Io l'ho letto tutto d'un fiato fino all'una di notte e mi è piaciuto da morire!

    RispondiElimina
  2. Io l'ho letto tutto d'un fiato fino all'una di notte e mi è piaciuto da morire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuto un sacco *_* penso si capisca :)

      Elimina
  3. Ciao! :) sono una nuova follower, ho scoperto il vostro blog grazie a instagram. Complimenti per il blog, è molto carino, e per la recensione. A me il libro non è piaciuto particolarmente (ho avuto un sacco di problemi con Tate) ma sono contenta che ti sia piaciuto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) sono molto contenta che il blog ti piaccia!! Purtroppo ultimamente siamo poco attive, per via dell'università! Ma dopo le feste torneremo più cariche di prima XD

      Elimina
  4. Ciao! :) sono una nuova follower, ho scoperto il vostro blog grazie a instagram. Complimenti per il blog, è molto carino, e per la recensione. A me il libro non è piaciuto particolarmente (ho avuto un sacco di problemi con Tate) ma sono contenta che ti sia piaciuto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, mi spiace che a te il libro non sia piaciuto tuttavia l mondo è bello perché è vario ;)
      Grazie per i complimenti per il blog. Grazie di seguirci :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere