Un libro e una tazza di tè: Natale sotto la neve



Titolo: Natale sotto la neve
Autore: Karen Swan
Casa editrice: Newton Compton Editori
Prezzo: 8,42 € (cartaceo - Amazon); 2.99 € (ebook - Amazon)
Pagine: 384

Ho letto questo romanzo per partecipare al gruppo di lettura “Il salotto dei ColorLettori” organizzato dal blog “Il colore dei libri”.

So che è una lettura natalizia e che sono leggermente in ritardo ma sembra che tutto si sia organizzato contro di me nel mese di Dicembre e sono stata impossibilitata a scrivere la recensione. 

Ho lasciato alle spalle un 2015 un pochino travagliato e sfortunato ma sono pronta ad accogliere il 2016 con le braccia aperte e con la speranza sia un anno migliore.

Il libro di cui oggi vi voglio parlare è “Natale sotto la Neve” di Karen Swan, una lettura che mi ha sorpreso piacevolmente.
Il romanzo narra una storia abbastanza semplice che può, da alcuni, essere ritenuta banale o già sentita però tra le pagine si nasconde qualcosa in più.

Allegra Fisher ama il proprio lavoro tanto da dedicarci tutta se stessa e non accorgersi del mondo esterno. Il Natale è prossimo e porta con sé tutta la magia natalizia carica di felicità, amore e meraviglia. Per Allegra questo sarà un periodo pieno di novità, di sfide, per arrivare a conoscere la verità sulla propria famiglia, per svelare un mistero rimasto sepolto per troppo tempo.

“Nessuna abitazione è una casa per te, direi. A meno che non conti l’ufficio. E probabilmente lo fai.”

Allegra è completamente differente dalla sorella Isobel, la quale è dedita alla famiglia. Entrambe si troveranno ad affrontare un cammino faticoso per riportare alla luce un segreto radicato proprio nella loro famiglia, costrette a contare l’una sull'altra senza poter avere l’appoggio della madre che soffre di Alzheimer.
La storia ha inizio nel giorno in cui Allegra e la sorella stanno sistemando le ultime cose nella casa di famiglia prima di venderla a nuovi inquilini. Nella vecchia soffitta trovano due oggetti particolari, mai visti e che non sembrano avere un legame con loro: un orologio svizzero a cucù e un piccolo calendario dell’avvento.

Nello stesso periodo, Allegra è su un volo per Zurigo, dove si sta recando per un appuntamento d’affari, e qui incontra Sam Kemp. In un primo momento tutta la carriera svolta nel campo finanziaria sembra passare in secondo piano di fronte alla bellezza di Sam Kemp e all’attrazione che sente per lui. Tuttavia Allegra ancora non sa che sarà il suo concorrente nella sfida per la conclusione di un accordo molto importante.

“Tu non conosci tutta la storia, ok? Non ne hai la minima idea. Non c’è niente fra me e Kemp, a parte una profonda antipatia. Lo detesto. Più di quanto abbia mai detestato chiunque nella mia vita”

Dopo aver ricevuto una chiamata da Zermatt, una piccola località svizzera, Allegra è costretta ad allentare la sua concentrazione sul lavoro per cercare di far chiarezza nel passato della sua famiglia e portare alla luce un’ombra cupa.
Proprio in quella piccola cittadina si svolge quasi tutta la storia. È una località che agli occhi del lettore sembra quasi idilliaca. È qui che tutto quello che è stato precedentemente immaginato viene stravolto. 
La lettura prosegue velocemente fino alla fine tra colpi di scena e un crescendo di emozioni.

“In un mare di persone, i miei occhi cercheranno sempre te”

Nulla è posto a caso poiché ogni minima parola di queste pagine serve a rendere più chiara la situazione ed è davvero interessante l’abilità della scrittrice nel saper creare una fusione tra le diverse vicende. La trama, infatti, è costruita secondo una fitta rete di legami, rapporti, storie differenti che si intreccia a formare uno sfondo perfetto per far rimanere il lettore attaccato alle pagine del romanzo.

Sicuramente è stata una scelta azzeccata per il periodo natalizio: si respira la magia delle feste tra le pagine del libro, tutto è circondato dalla neve di Zermatt e il lettore si trova a sognare di lì. 
Si capisce che nella vita nulla è come sembra e non bisogna fermarsi alle prime apparenze perché il mondo, ma soprattutto le persone, sanno essere molto meschine in alcune occasioni.

Ad un primo impatto sicuramente si è propensi a stereotipare i personaggi: Allegra Fisher è una ragazza molto bella che non sembra accorgersene tanto è concentrata sul lavoro mentre Sam Kemp è il ragazzo che fa sognare le lettrici, bello, attraente e spietato. Ma è proprio qui che il romanzo si fa interessante. Sin da subito c’è un’attrazione fisica tra i due protagonisti. Giochi di sguardi, battute che accompagnano la creazione di questo strano rapporto. 

Cosa succederà a Zermatt? Esisterà un lieto fine tra i due personaggi o Allegra distruggerà la sua fenomenale carriera nel mondo finanziario?

Mi sento di consigliare questo libro come lettura invernale soprattutto nel periodo pre-natalizio. È un romanzo ideale per chi ama le storie d’amore ma anche per chi cerca qualcosa oltre al semplice mondo a cuori.


Voto: 

Commenti

  1. Ciao Ylenia :D Sono finita qui grazie all'iniziativa Share your blog, di cui ho letto ora il post principale! Beh, non serve dire che mi sono unita a questo bell'angolino! Sai, io a Natale non sono MAI riuscita a leggere un libro a tema! Sono un disastro in questo :3 Mi sono unita anche al vostro Instagram! :D Beh, spero di riuscire a tornare qui presto! Ciao ragazze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver iniziato a seguirci! vorrei dire "non te ne pentirai", ma non sta a me giudicare ;) spero che ti troverai bene in nostra compagnia!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere