Ubik - Philip K Dick


Titolo Ubik

Autore Philip K Dick
Genere Fantascienza
Pagine 223 (secondo l'edizione cartacea)
Data prima pubblicazione 1969 - Usa, 1972 - Italia
Editore Fanucci Narrativa
Prezzo 5.99€ (formato ebook, attualmente l'edizione cartacea è esaurita)





L'autore
Dick nasce il 16 Dicembre 1928 a Chicago e muore nel 1982. La sua fama è dovuta principalmente al film "Blade Runner", tratto dal suo romanzo "Ma gli androidi sognano pecore elettriche?".  Solo post mortem viene riconosciuto il valore delle sue opere, considerate alla stregua di semplice letteratura fantascientifica di intrattenimento. Grazie ad attenti e recenti critiche (in particolare in Italia - ahimè, arriviamo sempre tardi) si è però compreso quanto egli abbia contribuito nel delineare tematiche quali la concezione della verità, della paranoia, della contemplazione a tratti mistica nella letteratura statunitense. 

Trama

La storia è complessa e si snoda su due piani temporali che fino alla fine si intrecciano, per concludersi con un sensazionale colpo di scena. Il protagonista, Joe Chip, è l'uomo comune, che fa fatica ad arrivare a fine mese, in particolare in un mondo in cui bisogna pagare anche la propria porta di casa per entrare e uscire. Rappresenta anche l'uomo semplice, puro che fino alla fine cerca di capire, cerca di dare un senso alla verità. In questo romanzo, il futuro immaginato da Dick estremizza quella che è stata la guerra fredda e il consumismo americano. Chip è costretto a muoversi in un mondo in cui i poteri paranormali sono la norma e monopolizzano il mercato; lavora per la Runciter Associates, azienda che per l'appunto si occupa di contrastare questi poteri con altri poteri.
Joe Chip e la sua squadra risultano vittime di un attentato da parte dell'azienda concorrente. Questo evento li sottoporrà tutti a un nuovo tipo di potere paranormale: sembrerebbe che tutti i membri dovranno morire, per una sorta di deperimento, di prosciugamento delle membra. Joe Chip dovrà quindi capire cosa sta succedendo e cercare di contrastare questi catastrofici effetti, che a breve anche lui sarà destinato a sperimentare. Ben presto però, non solo le persone deperiranno: anche il tempo e lo spazio saranno soggetti allo stesso tipo di regressione. Tuttavia Chip non sarà solo, Ubik potrà aiutarlo. Ma cosa è Ubik? 
«Io sono Ubik. Prima che l'universo fosse, io ero. Ho creato i soli. Ho creato i mondi. Ho creato le forme di vita e i luoghi che esse abitano; io le muovo nel luogo che più mi aggrada. Vanno dove dico io, fanno ciò che io comando. Io sono il verbo e il mio nome non è mai pronunciato, il nome che nessuno conosce. Mi chiamo Ubik, ma non è il mio nome. Io sono e sarò in eterno» (Philip Dick, Ubik)
Il ritmo del romanzo è veloce, incalzante, ricco di colpi di scena. Personaggi intriganti si muovono in un futuro distopico dettagliato e a tratti realistico. Come in tutti i romanzi di Dick però, non è l'evoluzione tecnologica a condizionare l'uomo, ma è l'evoluzione psico-sociale dell'uomo stesso a condizionarlo.

Curiosità
 Dick, parlando dei propri romanzi, afferma
"Ah, sì, anche Ubik mi piace, in un certo senso, ma non lo capisco. Gli intellettuali francesi e polacchi vogliono spiegarmelo, fanno e hanno fatto di tutto per spiegarmelo, si sforzano di spiegarmelo, senza successo."
Consigliato
Romanzo assolutamente consigliato per tutti coloro che si dichiarano appassionati della fantascienza e in particolar modo di Dick e a chi vuole leggere qualcosa di nuovo e originale che lo faccia riflettere sul mondo in cui viviamo. 
Sconsigliato invece a chi non piacciono i romanzi poco chiari, labirintici e a tratti visionari, con idee e suggestioni per lo più implicite.

Stagione in cui leggerlo

Autunno. Dick sa instillare nei suoi lettori sentimenti malinconici, riflessivi e a tratti paranoici, perfetti per domeniche autunnali, in cui guardando il cielo si può vedere una cappa di nubi grigie che promettono pioggia. Ma la pioggia non arriva e le foglie cadono.

Voto



Commenti

  1. È possibile fondere il passato con il presente? È possibile fondere la vita con la morte?
    Dick in questo romanzo mescola questi 4 elementi in modo magistrale.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere