La città dei libri sognanti - Walter Moers


Titolo La città dei libri sognanti
Autore Walter Moers
Genere Fantasy
Pagine 508
Data prima pubblicazione 2004 - Germania, 2006 - Italia
Editore Salani
Prezzo 9.90€ (nella collana Biblioteca Economica Salani)





L'autore
Non ci sono molte notizie sull'autore, essendo una persona estremamente riservata (specialmente nei confronti delle nuove opere a cui lavora). Nasce il 24 Maggio 1957 a Mönchengladbach. Ora vive ad Amburgo. Manifesta la sua creatività come scrittore, sceneggiatore e fumettista. In Italia è famoso per il Ciclo di Zamonia. serie fantasy per ragazzi. Sicuramente la sua opera deve molto ai racconti fantastici di Lovecraft.

Trama

Il libro narra, in prima persona, le avventure del giovane Ildefonso de Sventramitis, vermicchione (discendente dei dinosauri) destinato alla fama letteraria. Quando il suo padrino letterario muore lasciandogli in eredità un racconto dalle sensazionali caratteristiche, Ildefonso decide di recarsi a Librandia per trovare l'autore del racconto. Librandia è letteralmente la città dei libri: le vetrine dei negozi espongono tutte libri, dai più pregiati ai più insulsi, dalla letteratura con la L maiuscola a quella di consumo. Tutti gli eventi mondani ruotano attorno ai libri, così come le locande e gli laberghi sono a tema "libroso". Librandia raccoglie in sé cittadini da tutta Zamonia, quindi troveremo al fianco di Ildefonso, nelle numerose avventure, animali (e non solo) umanoidi delle più differenti specie: cinghiali, canagli, squalombrichi, shokkie, nattiftoffi. Tuttavia la vera avventura del vermicchione inizia quando, per un inganno, si ritrova costretto a vagare per le catacombe di Librandia, terrificanti e infiniti labirinti sotto la città, pieni zeppi di libri e minacce. Qui Ildefonso si scontrerà con cacciatori di libri, spietati guerrieri disposti a uccidere ed essere uccisi per trovare libri preziosi, incontrerà i librovori, conoscerà Omuncolosso, affronterà i giganti, leggerà libri maledetti. E grazie al dedalo di avventure e personaggi che Moers ha costruito, Ildefonso de Sventramitis riuscirà anche a salvare il destino di Librandia e di milioni di lettori di Zamonia.

"Qui comincia la storia. Racconta come sono entrato in possesso del Libro sanguinoso e come ho incontrato l'unza. Non è una storia per tipi dalla pelle sensibile e dai nervi deboli: a chi si ritrovasse in queste condizioni suggerisco di rimettere il volume sullo scaffale e di svignarsela con la cosa tra le gambe nel reparto dei libri per fanciulli." (Incipit de "La città dei libri sognanti", Moers).

Curiosità

Le numerose illustrazioni nel libro sono tutte realizzate dall'autore stesso.
Ildefonso De Sventramitis

Consigliato

Consigliato a tutti coloro che dicono di amare i libri, a cui piace sognare ad occhi aperti: meglio di un libro c'è solo un libro che parla di libri! Se invece il genere fantasy e fantastico non rientrano nei vostri gusti è meglio lasciar stare...anche se potete sempre regalarlo a figli/nipoti ecc, farà sicuramente successo.

Stagione in cui leggerlo

Inverno. Non c'è nulla di meglio di leggere un libro d'avventura al sicuro e al caldo, sotto le coperte.

Voto


Commenti

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere