In giro per le case editrici #1 Leggere da Leoni

Ciao a tutti!
E' un po' che non scrivevo per la rubrica il Post della Domenica e ho deciso di riprenderla in mano scrivendo, ogni domenica, il mio rapporto con una precisa casa editrice.

Oggi voglio parlarvi di una casa editrice di cui apprezzo molto il lavoro: Leone Editore. Essa nasce nel 2009, "con l’obiettivo di rinnovare e ampliare, grazie al contributo di nuove voci, il patrimonio letterario italiano" (dal loro sito).

Il logo della casa editrice



Mi piace molto il loro catalogo estremamente vario e curato: è possibile trovare letteratura di alta qualità, sia italiana che internazionale. Le collane sono davvero molte, infatti si può trovare: Riflessi, collana di testi di introspezione, Mistéria, collana di romanzi investigativi, noir e del terrore, ma anche Oltre la soglia, per fantasy e fantascienza e Primaverrà, dedicata ai romanzi d'amore. 

In particolare, vorrei parlarvi della collana Gemme e dei relativi titoli che sono nella mia whishlist (da troppo tempo ormai, devo rimediare!). Questa collana vede come protagonisti romanzi e novelle minori di grandi scrittori dell'Ottocento e Novecento. Trovo che sia una collana davvero importante per tutti coloro che non possono stare lontani da grandi libri.
Di seguito trovate alcuni titoli che mi sono appuntata!

Alla fine del tragitto/
At the end of the passage
R Kipling
88 pagine
Testo originale a fronte
6€

Un gruppo di uomini inglesi è riunito per chiacchierare e discutere in una stazione fatiscente nel profondo dell’India. L’ufficiale che vi abita ha però paura di una strana presenza nella stanza in fondo al corridoio. Alla fine questo timore lo spingerà al suicidio. I suoi amici affrontano l’invisibile presenza ma non riescono né a scacciarla né a comprenderne la natura.

Kipling è un autore che amo da quando ho letto Il libro della giungla. Questo titolo mi affascina perché mi permetterebbe di conoscere un nuovo lato dell'autore, quello più ironico e spigliato, ma non per questo frivolo.

Catriona
RL Stevenson
352 pagine
12€

Edimburgo, 1751. David Balfour, appena rientrato in possesso dei suoi averi, cerca di aiutare il suo amico Alan, accusato ingiustamente di omicidio. Alan riesce a scappare dalla Gran Bretagna, mentre David viene preso sotto l’ala protettrice del procuratore generale. Fa così conoscenza di Catriona Mac-Gregor Drummond, di cui si innamora perdutamente. I due partono insieme per i Paesi Bassi, il primo per studiare legge, la seconda per ritrovare James More, suo padre. James però non è facile da rintracciare, e Catriona è così costretta ad accettare l’ospitalità di David. Il loro amore cresce, finché un litigio e il ritorno del padre della ragazza non fanno sì che James e Catriona si trasferiscano in Francia. David rincontra però fortunatamente il suo amico Alan, e riceve a breve distanza di tempo un invito da parte del signor More a raggiungerlo in Francia. Qui scopre che il padre di Catriona gli ha teso una trappola per catturare Alan, ma riesce a fuggire portando con sé anche la sua innamorata, che sposerà a Parigi prima di intraprendere il viaggio di ritorno in Scozia.

Mi sembra una storia d'amore affascinante e vincente, in perfetto stile Stevenson! Non può mancare nella mia libreria.

La badessa di Castro
Stendhal
128 pagine
9€
Il XVI secolo è stato un tempo di arte e di guerre, di briganti e d'amore: amore puro, come quello tra Elena di Campireali, ragazza di origini illustri, e Giulio Branciforte, soldato di ventura. La famiglia di Elena fa di tutto per contrastare il loro idillio, arrivando persino a tendere un agguato a Giulio, finché il giovane, per aver ucciso in battaglia il fratello di Elena, deve fuggire sotto mentite spoglie nelle Fiandre. Elena, convinta con l'inganno che l'amato non provi più nulla per lei, diventa badessa del convento di Castro e intreccia una relazione con il vescovo. I due vengono però scoperti: condannata al carcere a vita, Elena potrebbe salvarsi grazie all'intervento della madre, ma venuta a conoscenza dell'amore mai spento di Giulio e del suo ritorno preferisce darsi la morte, vittima dei sensi di colpa.

Per quanto mi riguarda, quando si tratta di Stendhal non occorre aggiungere altro! E' un autore che amo e questa perla dovrà essere mia!

Questi sono solo tre titoli dei 62 che questa collana comprende. Vi consiglio vivamente di dare un occhio a tutto il loro catalogo!

Fatemi sapere quali sono i titoli che più vi incuriosiscono :)

Conoscevate già acquistato qualche titolo da questa casa editrice? :)

Alla prossima domenica
Jenny

PS: se volete che vi parli di una casa editrice specifica, scrivetelo qua nei commenti, sulla pagina facebook, su Instagram...dove volete :D


Commenti

  1. Mmh, non conoscevo questa casa editrice. Grazie per le segnalazioni, sicuramente interessanti:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di sbirciare tutto il loro catalogo, non solo la collana Gemme! Hanno davvero dei titoli interessanti ^^

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere