Un libro e una tazza di tè: Le cesoie di Busan

Buongiorno Lettori,

ultimamente sono più produttiva nelle letture ma sono sicura che questo periodo durerà poco, purtroppo!
Spero che anche le vostre letture siano interessanti come le mie! 
Oggi parliamo di un romanzo autopubblicato. Una vera chicca per chi ama le storie d'amore... e non solo.

Titolo: Le cesoie di Busan
Autrice: Karen Waves
Editore: self-publishing
Pagine: 194 

Le cesoie di Busan è il romanzo d'esordio di Karen Waves e il primo della trilogia che vede come protagonisti Valentina, una studentessa italiana, e Won-ho, studente e potatore part-time coreano. La trilogia, infatti, è ambientata in parte in Corea del Sud, a Busan, e in parte nell'Italia del Nord, tra Bassano del Grappa e Padova. 

Il romanzo si apre in un lunedì mattina, il peggiore che possa esistere. Valentina ha mille buoni motivi per sapere che la giornata non potrà migliorare. 

"Né docce fredde, né digiuni mattutini, n* disgrazie accademiche o tecnologiche rivaleggiavano con quello che Valentina si trovò davanti quando, pranzo in mano e sorriso ormai congelato sulle labbra, fece per avviarsi alla panchina sotto il suo albero preferito. sotto cui non avrebbe potuto sedersi, perché quel giorno, all'Università di Busan, si potava". 

Da questo incontro con il potatore, nasce una storia d'amore caratterizzata da battute sfrontate e baci rubati ma desiderati. Valentina però sa che il suo soggiorno lontano da casa avrà una fine. Dovrà tornare a Bassano e lasciare la Korea, per poter continuare gli studi. Riuscirà a lasciare il ragazzo? Tornerà nel suo amato Veneto o rimarrà a Busan? 

Il mio parere: 

Questo libro merita di essere letto! Sin dal primo momento in cui ho scoperto che avrei dovuto recensire questo romanzo, sono stata felicissima. I motivi di questa mia reazione potrebbero essere tanti: il secondo romanzo è ambientato nella mia cittadina, Bassano del Grappa; l'autrice abita non troppo lontano da me; parla di una storia d'amore... 
Eppure, non posso soffermarmi su queste prime impressioni e motivazioni perché dopo averlo letto, ho la conferma che si tratta di una ventata fresca in una categoria che ormai sta diventando fin troppo monotona, quella dei romanzi romantici. Lo stile dell'autrice è fresco e studiato. La scrittura è curata e la lettura risulta piacevole e scorrevole. Ho trovato difficile staccarmi dalle pagine per continuare le mille cose che dovevo fare. 
La storia, nelle prime righe, potrà sembrare banale ma, come ho già detto, credo si discosti dai soliti romance che popolano il Web. Ho apprezzato moltissimo l'ironia di Valentina, o per meglio dire Ballentina, verso la sua coinquilina Kim Yae-rim ma soprattutto le risposte taglienti che lancia a Won-ho. La protagonista non si lascia prendere in giro. Valentina è una ragazza forte, sa quello che vuole e come ottenerlo. 
Valentina vive una vita fatta di schemi: seguire le lezioni, pranzare sotto il suo albero preferito, studiare, trascorrere il tempo con la sua strampalata coinquilina Yae-rim a guardare K-drama.
Won-ho è stato costretto dai genitori a studiare Lettere. La sua famiglia è tradizionalista, sebbene nel romanzo non se ne parli quasi per nulla. Won-ho vede in Valentina la persona che può renderlo vivo e fargli togliere quella maschera di perfettino che deve portarsi appresso. 
Yae-rim sottolinea più volte quanto Valentina e il suo nuovo ragazzo siano barbari e rozzi, così tanto distanti dalle persone che dovrebbero essere per rispettare la cultura coreana. 
I due protagonisti si sentono stretti nel luogo natio e nei panni che devono vestire per fare felici gli altri. Valentina è scappata, seppur momentaneamente, Won-ho vorrebbe scappare per sempre. 
I due vivono una storia d'amore puro e passionale. Avrei veramente apprezzato la presenza di qualche grosso litigio, per rendere la storia più vera. 
Il lettore arriva alle ultime pagine vedendo davanti di sé una bolla di felicità nel finale perfetto che suggella l'amore fra i protagonisti, ma... giunge una mail da Padova che comunica a Valentina la necessità di un ritorno anticipato per potersi laureare a Settembre e ricevere la borsa di studio per proseguire gli studi. 
Cosa ne sarà del loro rapporto? Che scelta compirà Valentina?
Questo spetta a voi saperlo...

Voto: 4/5

Ylenia

Commenti

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere