Un libro e una tazza di tè: L'armonia segreta

Buongiorno Lettori,

parlarvi di questo libro oggi è davvero difficile. Non si riesce ad essere obiettivi di fronte ad un capolavoro del genere. Giuro che farò il possibile per parlare in modo oggettivo dei miei pensieri. 

Ovviamente, sto parlando de: 

Titolo L'armonia segreta
Autore Geraldine Brooks
Casa editrice Neri Pozza
Pagine 394
Prezzo 18,00 €
Geraldine Brooks è una delle mie autrici preferite. Ho letto Annus Mirabilis e March. Il padre delle piccole donne adorandoli entrambi. 
Ora voglio leggere I custodi del libro e L'idealista, dato che quest'ultimo ha permesso all'autrice di vincere il premio Pulitzer.

Grazie al Blogtour dedicato al libro che si è svolto nelle scorse settimane avete potuto apprendere molte cose sulla vita dell'autrice, sulle tematiche del romanzo ma soprattutto sulla figura di Re Davide. 

Non me la sento di parlarvi della trama perché ci sarebbero tantissime cose da dire e un solo accenno senza spiegazione le renderebbe superficiali togliendo tutta la loro importanza. 
Per questo motivo ho deciso di parlarvi dei miei pareri, delle emozioni che ho provato durante la lettura...

La mia opinione

Le prime righe del romanzo sono in grado di catturare l'attenzione del lettore e di portarlo all'interno dell'ambientazione della storia. 
Io non conoscevo pressoché nulla del protagonista, David, ma non ho avuto difficoltà nella lettura. Il mio approccio è stato una continua scoperta pagina dopo pagina.

Le descrizioni del paesaggio sono molto dettagliate, tanto che il lettore, chiudendo gli occhi, riesce ad immaginare tutto, ad ascoltare il minimo rumore e ad annusare i profumi e gli odori. 
La narrazione è molto scorrevole e piacevole. Ci si trova a voltare pagine su pagine senza rendersene conto. Io mi sono dimenticata il mondo esterno e non riuscivo a smettere. Volevo sempre leggere qualcosa in più, apprendere un nuovo dettaglio o una nuova svolta alla storia.

I legami parentali e i rapporti tra i vari personaggi sono una fitta rete che lega i vari sfondi del romanzo. Geraldine Brooks è stata in grado di rappresentare con minuzia e fedeltà i rapporti del protagonista con le proprie mogli, i figli e i propri sudditi. 

Alcune scene sono più crude di altre e io, che sono una persona molto sensibile sotto questo aspetto, sono stata interdetta per un po'. La crudeltà, la leggerezza e la meschinità di alcuni uomini sulle donne mi hanno fatto "schifo". Ovviamente non è una colpa dell'autrice, che si è limitata a descrivere una storia romanzata della vita di Re Davide; senza modificare nessuno dei fatti che ha costellato la sua vita. 

L'espediente narrativo scelto da Geraldine Brooks per descrivere la vita di Re Davide, non solo come Re ma soprattutto come uomo, l'ho trovato geniale
A raccontare il tutto infatti è la voce di Natan, il profeta di Davide, anche se non mancano il punto di vista delle moglie, dei fratelli... Natan raccoglie tutte queste testimonianze e le dona a noi, in queste pagine. 

Natan, profeta del re, sembra inizialmente vivere con devozione questo rapporto. 
Scorrendo le pagine, però, il lettore si accorge che è la persona più vera di tutto il romanzo. Natan non si limita a vivere ai piedi di David ma, con il tempo, diviene un amico, un confidente oltre che un semplice profeta. Il loro legame li porta a parlare liberamente dei propri pensieri, per quanto questi possano far soffrire o arrabbiare l'altro. 
Un rapporto che vive un crescendo continuo fino a quando giunge il momento di frattura. Natan non sempre approva il comportamento del Re tanto che ad un momento si allontanerà da lui e vivrà isolato nel deserto patendo la fame e la sete. 

Leggendo il romanzo ho provato tante, tantissime emozioni. In alcuni momenti mi sono trovata con il fiato sospeso, curiosa di sapere cosa sarebbe accaduto poi. Altri momenti il mio cuore ha saltato un battito per come si era sviluppato il corso degli eventi. È impossibile non provare emozioni di fronte ad una narrazione così vera e fedele. 

Geraldine Brooks si conferma una delle mie autrici preferite. Come è solita fare, anche per questo romanzo si è documentata molto. Lei è in grado di creare veri e propri capolavori. L'armonia segreta non è banale, non è un libro sopra altri libri che raccontano la stessa storia ma si distingue dalla massa per la sua originalità nel trattare un tema tanto conosciuto e affrontato. 

A chi lo consiglio

Lo consiglio a chiunque. Il romanzo è di ambientazione storica ma è fruibile a tutti. Io non sono solita leggere romanzi di questo genere ma Geraldine Brooks deve avere un'opportunità. Sono sicura non ve ne pentirete, anzi. 

Spero di avervi almeno un po' incuriosito. 
Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate ;) 

Ylenia 

Commenti

  1. Ecco, stavo proprio aspettando questa recensione*-* A questo punto mi sento autorizzata a desiderarlo con tutta me stessa e a procurarmelo il prima possibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sbrigati, sbrigati <3
      Secondo me non te ne pentirai :)

      Elimina
  2. Ciao, mi sono appena iscritta al blog è molto carino e pieno di letture interessanti... Della Brooks ho letto ANNUS MIRABILIS mi era piaciuto molto anche se non sono riuscita ad affezionarmi alla protagonista, di cui comunque bisogna riconoscere la forza e il coraggio... Mi segno questo e gli altri titoli che hai citato mettendoli nella mia wish list... Se ti va passa dal mio blog ti lascio il link http://miklatrailibri.blogspot.it/... Alla prossima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata! Vado subito a vedere il tuo blog :) A me Annus Mirabilis è piaciuto tantissimo ^_^

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un libro e una tazza di tè: 1984

Sogni su pellicola - Flash Gordon

Il Post della Domenica: leggere, rileggere e dover leggere